Home » Blog » 05-11-2020

Trentino Alto Adige – Sopralluogo per analisi vincoli paesaggistici

(di Arianna Giovine)

Anche noi di Anthemis ogni tanto giriamo l’Italia per lavoro: in questi giorni siamo in Alto Adige, per la precisione nei Comuni di Lasa e Bolzano, per condurre dei sopralluoghi lungo alcune linee elettriche localizzate all’interno di aree sottoposte a vincolo paesaggistico.

Lo studio in campo è mirato all’ottenimento della documentazione fotografica necessaria a valutare l’impatto paesaggistico che le future opere di riassetto delle linee produrranno sul paesaggio circostante, parte fondamentale della relazione paesaggistica; questa risulta, infatti, fondamentale per conseguire l’autorizzazione, da parte dell’autorità competente, per realizzare tali opere.

Il vincolo paesaggistico è uno strumento previsto dalla legislazione italiana per tutelare gli immobili e le aree di maggior pregio paesaggistico. La finalità è quella di limitare l’inserimento di opere edilizie e infrastrutture in questi spazi: non si preclude comunque del tutto la possibilità di costruire, ampliare ed edificare, ma tutto ciò va fatto secondo indicazioni e parametri tali che gli interventi non possano danneggiare il pregio paesaggistico e ambientale della zona, ma invece ne rispettino e ne preservino il valore. Per queste aree tutelate occorre l’autorizzazione paesaggistica rilasciata da enti gerarchicamente sovraordinati, come la Regione, su parere vincolante della Sovrintendenza ai Beni paesaggistici e ambientali.