Home » Blog » 07-08-2020

Ghiacciai: perché sono importanti quanto pericolosi

I ghiacciai sembrano sempre così lontani e così immobili. Ma in realtà non è proprio così. Infatti la loro massa di ghiaccio scivola inesorabilmente verso valle con entità differenti a seconda di parametri morfologici e climatici.

Da qualche giorno in Valle D’Aosta sul massiccio del Monte Bianco, c’è un ghiacciaio che preoccupa molto gli esperti.  Il Planpincieux, in val Ferret, a pochi passi da Courmayeur. Le rivelazioni hanno evidenziato una massa di ghiaccio fortemente instabile di dimensioni equiparabili al Duomo di Milano.  Con un movimento verso valle di quasi un metro al giorno. Settantacinque persone sono state evacuate dalle loro case nella bassa val Ferret.

Come descritto dal Comitato Glaciologico Italiano, possiamo trovare alcuni parametri che evidenziano la fragilità di questi ghiacciai: “Analizzando l’esposizione dei 192 ghiacciai valdostani si osserva, a differenza delle altre Regioni italiane, come siano numerosi gli apparati glaciali orientati verso i quadranti meridionali. Questo è da attribuirsi all’assetto geologico e geomorfologico regionale. I ghiacciai esposti verso settentrione sono in gran parte collocati nel gruppo del Gran Paradiso, mentre negli altri gruppi montuosi (soprattutto Monte Bianco e Monte Rosa) prevalgono le esposizioni verso i quadranti meridionali.”

Estati sempre più calde e morfologia, sono sicuramente due fattori cruciali nella continua ed inesorabile perdita dei nostri ghiacciai.

Perché è un problema che ci coinvolge tutti?

Per due principali motivi che riguardano tutti noi. E non solo chi ama andare in montagna. I ghiacciai sono prima di tutto una importante riserva di acqua dolce, elemento chiave per la nostra sopravvivenza. Inoltre il giaccio che si scioglie aumenta in modo sensibile la quantità d’acqua in circolo nel sistema Terra. Con la conseguenza di maggiori impatti dei fenomeni meteorologici.