Home » Blog » 28-09-2020

Frassino maggiore, deperimento a causa di un fungo

(di Gabriel Trogolo)

Recentemente, sono numerose le segnalazione in tutta la Regione Piemonte riguardanti il disseccamento e il deperimento, anche repentini, di esemplari di Frassino maggiore (Fraxinus excelsior).
Il deperimento del frassino (o disseccamento dei germogli del frassino) è una grave malattia degli alberi causata da un fungo (Hymenoscyphus fraxineus) originario dell’Asia orientale. Questo agente patogeno altamente infettivo è stato presumibilmente introdotto in Europa assieme a materiale vegetale all’inizio del decennio del 1990, diffondendosi poi in forma epidemica.  Durante l’estate le spore del fungo infettano le foglie del frassino, dalle quali poi il patogeno si sviluppa in direzione delle cacciate, dove induce delle tipiche necrosi di colore bruno-olivastro fino ad arancio sulla corteccia che provocano il disseccamento dei germogli.

Nella lettiera, Hymenoscyphus fraxineus produce sui rachidi delle foglie cadute numerosi corpi fruttiferi bianchi di circa 3–8 mm.

Allo stato attuale delle conoscenze non è ancora nota nessuna misura efficace contro questo patogeno e pertanto l’esistenza del frassino quale specie arborea di pregio è da ritenere minacciata.

Sul portale della Federazione Interregionale dei Dottori Agronomi e Forestali del Piemonte e Valle d’Aosta è possibile scaricare delle schede di segnalazione e degli articoli divulgativi in merito al nuovo patogeno.