Home » Blog » 11-05-2020

Decreto “Cura Italia” – Variano i tempi per il deposito temporaneo

Il nuovo articolo 113-bis, inserito dal disegno di legge di conversione del Decreto “Cura Italia”, stabilisce che, fermo restando il rispetto delle disposizioni in materia di prevenzione incendi, il deposito temporaneo dei rifiuti (art.183 c.1 lett.bb del Testo Unico Ambientale) è consentito fino al doppio dei quantitativi di rifiuti previsti, mentre il limite temporale massimo è prorogato a 18 mesi.

La disciplina vigente prevede il deposito temporaneo massimo di 30 mc (di cui 10 pericolosi) da inviare a recupero o smaltire almeno una volta l’anno o in alternativa l’invio dei rifiuti ad impianto autorizzato a cadenza massima trimestrale indipendentemente dalle quantità.